Gela coperta dai rifiuti. Torrenti e Cirignotta: una città sotto ricatto della gestione fallimentare della giunta messinese

Gela è invasa dai rifiuti, cumuli di sacchi in ogni angolo di strada. Questo è lo spettacolo indecoroso a cui assistono i cittadini, anche quelli virtuosi che continuano a differenziare.

“un’amministrazione inerme che non adotta nessun provvedimento nei confronti della Tekra sulla base di quanto prevede il capitolato.”

Questo quanto affermato dai due consiglieri comunali Vincenzo Cirignotta e Antonio Torrenti sulla questione rifiuti. I due consiglieri hanno sempre criticato il modo di gestione della raccolta differenziata condotta dall’amministrazione messinese, con pochi controlli verso chi trasgredisce.

“Una città sotto ricatto che piange le conseguenze di una gestione fallimentare del servizio gestione dei rifiuti degli ultimi tre anni, gestione basata su servizi aggiuntivi milionari poco funzionali alle reali esigenze della città.”

“Grazie all’azione di controllo del Consiglio Comunale si sta facendo piena luce sulla gestione di un servizio che ha avuto come anello debole il sistema dei controlli, controlli non solo sui cittadini ma anche sulla corretta esecuzione del contratto da parte di Tekra.”

“Rimane alquanto sospetta la condotta dell’amministrazione, la quale nonostante le decisioni negative del Consiglio Comunale ha continuato a mantenere un sistema di gestione dei rifiuti non sostenibile dal punto di vista finanziario e basato sulla pratica dei servizi aggiuntivi, servizi ai quali si dovrebbe ricorrete solo in casi straordinari e che invece nella nostra città sono diventati la normalità.”

“La mancata approvazione del PEF 2018 ha consentito di bloccare lo spreco di denaro pubblico operato in questi anni, ed è compito dell’amministrazione comunale tenere la città pulita anche rimodulando i servizi previsti nel capitolato speciale di appalto, chiudendo per sempre la stagione della gestione allegra del servizio rifiuti.”

“Sindaco e Vicesindaco non siano complici dell’ennesimo colpo all’immagine della città, anche in vista dell’approssimarsi della stagione estiva, e mettano in campo ogni iniziativa utile per ripulire la nostra città senza gravare sulle casse comunali.”

“Se non siete in grado di gestire le emergenze fate un passo di lato, e lasciate spazio ai tantissimi nostri concittadini che si vogliono spendere per la rinascita della nostra comunità.”