Gela: da mezzogiorno di domani, aprono le 27 cene di San Giuseppe

Domani alle ore 12:00, si aprono le Cene di San Giuseppe, ricorrenza molto importante per le famiglie gelesi, che esiste da secoli. Lo scopo è quello di ringraziare Gesù Cristo per una grazia ricevuta, e offrire cibo alla gente bisognosa, un anziano e due giovani, che rappresentano Gesù, Giuseppe e Maria, cioè la Santissima Trinità.  Ventisette le cene organizzate in città, che è possibile visitare fino a mezzanotte, ora in cui secondo la leggenda, entra una colombina (palumbeddra) che fa una benedizione i cibi che saranno donati ai tre bisognosi. L’indomani, il 19 marzo, chi ha preparato la cena si reca in chiesa a prendere la Santissima trinità, a cui andranno tutti i beni raccolti .Nella Cena viene rappresentata la parte culinaria più stravagante tipica della città come: le forme del pane raffiguranti Gesù, Giuseppe e Maria, e i dolci caratteristiche della zona. A mezzogiorno la Santissima Trinità arriva davanti la porta della Cena bussando per tre volte. La terza volta l’uscio viene aperto e i tre entrano con un applauso e grida (Entrate, viva Gesù, Giuseppe e Maria,) mangiando un po’ di tutto iniziando con pasta e legumi. La giornata di celebrazioni in onore di San Giuseppe inizierà con la messa del mattino, alle 8:30. Dopo due ore seguirà la solenne celebrazione, presieduta dal Vicario foraneo Padre Michele Mattina,  alla presenza dei patriarchi e delle sacre famiglie, che saranno benedetti prima di recarsi alle rispettive cene. Alle 12:00 si terrà la santa messa. I riti del pomeriggio saranno aperti dal santo rosario e dai secondi vespri in onore di San Giuseppe. Poi la messa vespertina con canti e omelia in onore del Patriarca. Queste le cene che sarà possibili visitare da domani a Gela: Antonio Famà, via Dolomiti, 8. Denise Cosca e Maria Angela D’Alessandro, via Perosi, 21. Francesca Nobile, via Buscemi, 57. Famiglia Curvà e Di Dio,Via Matteotti, 157. Emanuela Lo Chiano, via Porto Ferrara. Filippo Catalano, via Cagini, 58. Rosario Aliotta, via Enotri, 21 (Zona Olivastro). Giovanni Privitera, via Gurrisi, 13. Giuseppa Camiolo, via Haiti, 1. Antonio Cutini, via Fratelli Bandiera,152. Monia Salsetta, via Appia, 6. Sebastiano Azzolina, via Capella, 3 (pressi Eurospin). Niccolò Fazzino, via Sofrone, 72. Andrea Accappa e Concetta Comandatore, via Solferino, 18. Grazia Licco, via Giacomo Matteotti, 136. Giuseppe Cosca, via Talca, 3. Filippo Marino, via Lecce, 66. Grazia Emanuela Pirone, via Bombelli, 29. Nuccia Valenti, via Monza, 366. Piccola Casa della Misericordia, corso Vittorio Emanuele, 197. Concetta Campo, via Mazzini, 1. Giuseppe Minardi, via Mengoli, 1. Martina Sciascia, via Palmi, 24. Gaetano Di Simone, via Finzia 25. Francesca Bonvissuto, via Sicilia, 90. Scuola Suor Teresa Valsè, viale Cortemaggiore, 132. Rsa Caposoprano, Via Francia, 4.

 

 

Articoli correlati