Gela: decoder abusivi per seguire le partite al bar. Scattano le denunce

Avevano installato decoder pirata all’interno dei loro esercizi commerciali, per tale motivo sono scattate delle denunce nei confronti di titolari dei bar, ristoranti e sale scommesse siti tra Gela e Niscemi. L’operazione  di repressione dei reati in materia di diritto di autore, è stata svolta dai Carabinieri di Gela, che si si sono introdotti in quelle attività in cui vi era un gran numero di clienti, intenti a consumare bevande e pasti, proprio in virtù del fatto che veniva trasmessa all’interno dei locali la partita di Champions League tra Juventus e Bayern Monaco. 
Al termine dei controlli è emerso che due esercizi commerciali avevano all’interno due decoder pirati con i quali trasmettevano, senza sostenere alcun onere, la partita, mentre gli altri due non avevano sostenuto le spese previste per la regolare visione al pubblico dei programmi mandati in onda dalle emittenti private, bensì solo per quello ad uso esclusivo domestico. Sono stati così sequestrati i decoder e le schede pirata, elevate le sanzioni previste per il mancato versamento dell’abbonamento ed anche per la messa in  regola dell’impianto audiovisivo Con tale operazione si è riusciti a tutelare quei commercianti che onestamente pagano il canone previsto per i servizi garantiti dalle emittenti televisive private e non.