Gela dedica una piazza al pittore Legname

Cambierà denominazione l’ex Largo degli Artisti, che sarà intitolato al pittore gelese Cristoforo Legname.

Artista poliedrico, a undici anni iniziò a lavorare l’argilla ritraendo il volto della madre e, ancora studente, prese a realizzare opere presso pittori e artigiani locali. Abbandonò la terra natia e si trasferì a Firenze per frequentare corsi di disegno e pittura.

Girò il mondo e approdò a Parigi, capitale dell’arte e della cultura nel mondo, dove gli fu conferito il prestigioso “Premio Internazionale Jadore Venice”. Legname venne notato per le sue capacità artistiche dal Maestro Zola.

Morto improvvisamente il padre, organizzò una personale a Firenze, dove fece emergere la sua dimensione artistica, passata sotto la definizione di “Metamorfosi genetica”. Si spostò a Torino, dove lavorò presso la famiglia Agnelli alla Fiat, maturando nel frattempo nuove considerazioni sull’arte e su certi artisti.

Ebbe inizio così un periodo di meditazione che sfocerà in numerose mostre in Italia, a Firenze, Torino, Pisa, Trieste, Roma, Gela e all’estero, a Dallas, Atlanta, Parigi, Lugano, Libia, Tirana, Tokyo. Morì a Gela il 28 maggio di diciotto anni fa.

La cerimonia per la nuova insegna toponomastica sarà sabato 10 marzo, alle 10:30, nell’ex Largo degli artisti, all’angolo con via Francesco Crispi. Saranno presenti i familiari del pittore, Andrea Cassisi, presidente del Centro di cultura e spiritualità cristiana “Salvatore Zuppardo”, lo storico Emanuele Zuppardo, il poeta Vincenzo Pinna, il sindaco Domenico Messinese e l’assessore alla Polizia municipale Valentino Granvillano.