Gela: dramma della disperazione a Fondo Iozza

Dramma della disperazione e attimi di terrore quelli che si sono vissuti ieri sera a Fondo Iozza. Un giovane disoccupato gelese si è barricato  nella casa popolare in cui vive, con i suoi fratelli più piccoli, e una cognata, minacciando di far saltare in aria l’abitazione se lui  e la sua famiglia non sarebbero stati aiutati. Con lui a casa 12 bombole. Intervenuti prontamente i vigile del fuoco che hanno fatto evacuare le altre 11 famiglie della palazzina. Il giovane27 ann, i suoi genitori sono deceduti. Nessuno lavora in quella casa, ma le bollette arrivano lo stesso: la corrente elettrica è stata loro staccata per morosità, usufruiscono ancora dell’acqua perchè è condominiale. Sul luogo è intervenuta la polizia, oltre che il 118. Gli agenti, coordinati dal comandante Laura Romano, sono riusciti a non far disperdere altro gas, in quanto alcune bombole erano già state aperte. È stta infatti una vicina di casa che ha allertato gli altri condomini, per il forte odore di gas che proveniva dall’appartamento del giovane. Tutta la zona è stata transennata.