Gela: due arresti e altre denunce

Due gli arresti eseguiti ieri nella città di Gela dagli agenti del Commissariato di Gela, durante il servizio di controllo del territorio svolto in collaborazione con due Nuclei Prevenzione crimine di Palermo.

Si tratta di Popu Alexandru Florin, cittadino rumeno, di 28 anni, già in regime di arresti domiciliari, è stato tradotto in carcere in esecuzione dell’Ordinanza di Applicazione della Misura Cautelare della Custodia in Carcere emessa dal GIP del Tribunale di Gela, poichè si e resto responsabile del reato di rapina aggravata in concorso con l’aggravante di aver commesso il fatto in una dimora privata e nei confronti di persone ultrasessantacinquenni in Gela nel maggio del 2017.

C. A., gelese, di anni 82 anni è stato tratto in arresto in esecuzione dell’Ordine di Esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gela Ufficio Esecuzioni Penali, poiché dovrà espiare la pena residua di giorni 20 per il reato di detenzione abusiva di armi.

Inoltre denunciati quattro gelesi. C. R., gelese di 63 anni, è stata segnalata all’A.G. per l’ipotesi di simulazione di reato.

D.D.E. di 58 anni è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione. L’uomoè stato trovato in possesso di un telefono cellulare di provenienza furtiva.

S.R., gelese di 48 anni è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato di ricettazione. L’uomo è stato trovato in possesso, a seguito di perquisizione delegata, di un telefono cellulare di provenienza furtiva.

M.B., gelese di 35 anni è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato di furto.