Gela: due giorni di workshop sulla bioraffineria

“An International Workshop on the future of Biorefineries in Europe” è il titolo del workshop che prenderà il via giovedì 25 maggio presso il teatro Eschilo e che approfondirà il tema della bioeconomia e in particolare il ruolo delle bioraffinerie, ponendo Gela al centro del dibattito scientifico sul futuro della raffinazione.

Negli ultimi anni, infatti, l’industria della raffineria tradizionale europea ha attraversato un periodo di profonda crisi dovuta a diversi fattori, tra cui la concorrenza da parte dei Paesi extraeuropei. In questo contesto, la riconversione di alcuni impianti è diventata una priorità strategica oltre che una necessità. Questo è il caso della Raffineria di Gela che ha avviato la conversione del sito in bioraffineria, secondo caso in Italia dopo Venezia.

La presentazione del workshop ai giornalisti avverrà presso l’Ufficio di Gabinetto del sindaco di Gela il 24 maggio prossimo, alla presenza del sindaco Domenico Messinese, dell’assessore allo Sviluppo Economico ed Ambiente Simone Siciliano per il Comune di Gela, di Piergiuseppe Morone e Cesare Imbriani per Unitelma, di Luigi Ciarrocchi ed Alfredo Barbaro per Eni.

L’evento è organizzato dal Comune di Gela in collaborazione con l’Unitelma Sapienza di Rome e Eni, e si concluderà il 26 maggio presso la sede Eni Mediterranea Idrocarburi con una tavola rotonda alla quale parteciperanno vari esponenti delle istituzioni locali, nazionali ed europee.