Servizi Sociali Gela: errori nelle domande per ottenimento assegno civico

Non risultano compilate correttamente molte domande  indirizzate al comune di Gela per avere accesso all’assegno civico destinato a soggetti in difficoltà economiche. Questo è stato  riscontrato negli uffici del Settore Servizi Sociali nel corso di un primo esame delle domande protocollate. Per tale ragione l’assessore Licia Abela raccomanda ai richiedenti di prestare molta attenzione nella compilazione del relativo modello prestampato in ogni sua parte e, se è il caso, di chiedere assistenza all’ufficio di Segratariato Sociale, in quanto si rischia l’esclusione dal beneficio. Le domande potranno essere presentate entro il prossimo 2 maggio al protocollo generale o inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, è disponibile allo sportello di viale Mediterraneo o on line sul sito del Comune di Gela.
Hanno diritto all’assegno civico i cittadini italiani, comunitari o extracomunitari, tra i 18 e i 64 anni di età, residenti da almeno un anno a Gela, iscritti all’Ufficio del Lavoro, senza patologie o condizioni di salute che ostano allo svolgimento delle attività previste, con un reddito complessivo familiare, percepito nel 2015, inferiore al minimo vitale, privi di altri contributi o provvidenze che garantiscano la condizione precedente. Agli extracomunitari infine, si richiede la regolarità della carta di soggiorno.
 

Articoli correlati