Gela: furto, maltrattamenti, spaccio. Tre arresti e 8 denunce

Tre gli arresti e 8 le  denunce eseguiti dagli agenti del Commissariato di Gela in collaborazione di 2 pattuglie del Nucleo Prevenzione Crimine di Palermo, in questa settimana durante i servizi di controllo del territorio.

Arrestato Giovanni Emanuele Ventura di 24 anni, che dovrà espiare la pena della reclusione in carcere di un anno, in quanto condannato per aver commesso il reato di furto aggravato in Niscemi nell’anno 2012.  Arrestato anche Calogero Orazio, gelese, di 23 anni espiare la pena della reclusione domiciliare per 9 mesi, in quanto condannato per aver commesso reati in materia di stupefacenti nell’anno 2011.

Agli arresti anche Alessandro Emanuele Pelegrino, gelese, di 27 anni, che dovrà espiare da reclusione domiciliare per 3 anni 3, 2 mesi e 6 giorni, in quanto condannato per aver commesso reati aggravati contro la persona nell’anno 2015.-

Denuncia scatta per il gelese C. L., gelese diciannovenne,  per ricettazione.
R. F. cl.1999, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, per ricettazione e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Un minore e F. A. R., di 27 anni entrambi gelesi, sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per tentato furto in abitazione in concorso. .
I. C., rumeno, di 34 anni, è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per resistenza a Pubblico Ufficiale e maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli.
B. P., gelese, di 24 anni è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per resistenza a Pubblico Ufficiale e ubriachezza. Due cittadini rumeni, domiciliati in Gela, sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per danneggiamento

 

Articoli correlati