Gela: gestiva una casa famiglia abusiva a Caposoprano, scatta la denucia. Deferiti altre 8 gelesi

Nove le denunce scattate da parte degli agenti del Commissariato di Gela, in ambito delle attività di controllo del territorio svolte in collaborazione con personale del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo, durante questa settimana. I due gelesi A.C.S. di 24 anni, e A.G.A. di 23 anni sono stati denunciati per l’ipotesi di reato di produzione e detenzione ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente (marjuana). Ai due gelesi sono stati sequestrati grammi 12,5 di marjuana essiccata, un bilancino di precisione e materiale usato per la coltivazione delle stesse piantine. Il  gelese P.S. di 21 anni è stato denunciato per furto aggravato commesso in Gela il 30 novembre scorso. Denuncia per i due gelesi M. C. di 29 anni, e  C. G. , di 19 anni  per  concorso in danneggiamento a mezzo incendio. Il gelese   P. A, di 34 anni 1981, è stato denunciato per evasione, reato commesso il 9 dicembre scorso. T. C., gelese di 40 anni   è stato denunciato per guida  di motoveicoli sprovvisto di patente di guida perchè mai conseguita. Denunciato il tunisino G.B. di 19 anni, perchè ritenuto responsabili dei reati di  minaccia aggravata e detenzione abusiva di munizionamento. Denunciato l’agrigentino F. C., agrigentino di 36 anni, poiché il 27 febbraio scorso e il 21 ottobre scorso 2015, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso apriva, ha gestito una casa famiglia, luogo di degenza denominato casa Rachele sito in Gela, senza avere acquisto titoli abilitativi e le autorizzazioni necessarie allo svolgimento di dette attività,  a suo carico è stato eseguito il Decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP del Tribunale di Gela, dell’appartamento sito al 2° piano della via Belgio angolo via Cicerone, nella sua disponibilità ed adibito senza avere i requisiti di “casa famiglia”.