Gela ha sempre più disoccupati, da stanotte i 35 della Eureco. L’Eni non rinnova il contratto del servizio antinquinamento

Trentacinque dipendenti della Eureco, società che si occupa  del servizio antinquinamento e disinquinamento del porto di Gela, sono in protesta davanti la Capitaneria di porto di Gela. Da  stanotte infatti è scattato il blocco di tutti i servizi di prevenzione  dell’incendio e di interventi in mare. Scadute le commesse di lavoro da parte di Eni che non vuole più effettuare il rinnovo del contratto. Da mezzanotte, di oggi non ci sono più an disposizione barche di pronto intervento nei casi di perdita degli oleodotti marini o di sversamento in mare. Una situazione che si scontra con il diritto al lavoro e con la tutela ambientale.

Articoli correlati