Gela: in un anno 5 operazioni di Polizia con 64 arresti. Diminuite le risse. Ecco i numeri del 2017

Negli ultimi 12 mesi si è registrata una sensibile diminuzione di rapine, furti in appartamento e danneggiamenti nella provincia nissena. Questo quanto affermato dal questore Giovanni Signer durante la conferenza stampa di presentazione del 166° Anniversario della fondazione della Polizia che si terrà martedì 10 aprile al Teatro Margherita  di Caltanissetta.

Risultato importante si è raggiunto a Gela: l’anno scorso si erano registrate molte risse. Il questore ha sottolineato come insieme insieme all’Arma dei carabinieri, si siano effettuati molti presidi della movida permettendo ai ragazzi di vivere e godere della socialità tranquillamente.  L’informatizzazione nel prossimo futuro consentirà di impiegare meno risorse negli uffici e di implementare l’azione sul territorio anche grazie all’ampliamento dell’organico con  18 nuove unità entro il febbraio 2019, nel nisseno.

Dal 1 aprile 2017 al 31 marzo 2018 in totale 46 arresti per associazione di tipo mafioso. 25 proposti per l’applicazione della sorveglianza speciale. 336 kg di stupefacente sequestrato. Questi sono i dati rilevati.

IL Fatto Nisseno ha pubblicato i numeri che si sono raggiunti nel periodo di riferimento.

Le richieste pervenute sul numero di emergenza 113 nel capoluogo sono state 40.299 e hanno determinato 2.839 interventi delle volanti. Denunciati 75 delitti in più (+6%): passando da 1.176 a 1.251 delitti, e rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono diminuiti: tentati omicidi 2 (-33%), sequestri di persona 2 (-33%), rapine 20 (-34%), furti in appartamento 221 (-2%), danneggiamento 310 (-18%), estorsioni 12 (-33%); sono aumentati furti di auto 178 (+26%), danneggiamenti mediante incendi 116 (+24%), scippi 17 (+11%).

Dal punto di vista del contrasto alla criminalità, l’attività di prevenzione e di repressione ha consentito di denunciare in stato di libertà 1.133 persone e di arrestarne 310, ed in particolare, nel periodo 1 aprile 2017 – 31 marzo 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono state denunciate in stato di libertà 1133 persone (+25%), tratte in arresto in flagranza 90 (-2%) e tratte in arresto su ordine dell’A.G. 220 (+4%). Sono state 60 persone nell’ambito del contrasto allo spaccio di stupefacente, e 54 le denuncia in stato di libertà . Sequestrate 336 chilogrammi di sostanze stupefacenti di vario tipo , rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel corso dei servizi sono stati controllati 37.717 soggetti e 67.918 veicoli.

L’attività dell’Ufficio Immigrazione, con la gestione amministrativa dei centri per stranieri irregolari di Pian del Lago, fa rilevare: 3798 permessi o carte di soggiorno rilasciate, 1514 stranieri trattenuti al CPR, 1334 irregolari rimpatriati, 120 stranieri dimessi con ordine del Questore, 63 espulsi dal Prefetto, 543 stranieri ospiti del CARA, 1041 trattenuti presso altre strutture. 6288 gli stranieri regolari in provincia e 1236 quelli di lungo periodo.

Cinque le operazioni di polizia  svolte nel periodo a Gela  che hanno portato all’arresto di 64 persone:
Operazione “Praesidium”, svolta il 25 maggio 2017 che ha tratto in arresto 12 persone, tra cui 4 minorenni, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare per concorso in furto aggravato, danneggiamenti seguiti da incendi, ricettazione e spaccio di stupefacenti;

Operazione “Druso / Extra Fines”,del 4 ottobre 2017 svolta dalla squadra Mobile, G.I.C.O. Guardia di Finanza e Commissariato di Gela con cui sono state tratte in arresto 37 persone in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare per associazione di tipo mafioso, estorsioni, traffico di droga, riciclaggio e ricettazione;

Operazione “Sant’Ippolito” dell’8 ottobre 2017 con cui il Commissariato di Gela tratte in arresto 7 persone in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare per concorso in furto aggravato e spaccio di stupefacenti;

Operazione “Ladri di biciclette” del 10 novembre 2017 con sui sono state arrestate 6 persone in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare per concorso in furti e rapine, traffico e spaccio di stupefacenti;

Operazione “Far West” del 14 novembre 2017 che ha portato all’arresto di 2 persone in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare per concorso in ricettazione, esplosione di colpi d’arma da fuoco in luogo pubblico e porto abusivo di arma clandestina.

A Niscemi l’operazione “Polis” del 23 giugno 2017 ha portato all’arresto di 9 persone in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare per associazione di tipo mafioso e scambio di voti.

Sono stati 37 i rilevamenti di incidenti stradali da parte della Polizia stradale. I servizi svolti con autovelox e tele laser sono stati 57, 6961 punti patente decurtati , 256 soccorsi stradali prestati , 1181 contravvenzioni al CdS rilevate , 3 persone arrestate e 37 persone denuciate .

La Polizia Postale e delle Comunicazioni, ha denunciato 26 personeper truffa a mezzo internet , 8 per molestia o disturbo telefonico e minacce, 19 per diffamazione e minacce online, 3 per frode informatica, 9 per furto di identità.