Gela: la Ecorigen chiede una proroga dei contratti di solidarietà per 42 lavoratori

Anche la Ecorigen, società francese che si occupa di rigenerazione di catalizzatori e che opera all’interno della raffineria, sta puntando sulla riconversione industriale. Ormai con la crisi della raffinazione anche anche la rigenerazione dei catalizzatori è diminuita. Dopo l’avvio dei contratti di solidarietà per i circa 50 lavoratori, chiesti l’estate scorsa, anche ieri durante l’incontro con i segretari della Filctem, Femc e Uiltec, è ripartita un’altra richiesta. In poche parole l’azienda vuole rimanere nel territorio gelese, ma vuole un anno di tempo per risollevarsi dai conti in rosso, in quanto con il 40% in meno delle entrate avute lo scorso anno hanno compromesso il livello occupazionale. Quindi l’azienda ha chiesto una proroga dei contratti di solidarietà per i suoi dipendenti. La proposta è stata concordata ma ora si aspetta il parere definitivo da parte dell‘ufficio provinciale del lavoro.