Gela: la “Maria” al sole nel balcone di casa. Arrestato giovane che coltivava marijuana

Era chiamata dai ragazzi “Maria”, la pianta di Marijuana che cresceva rigogliosa su un balcone di una casa del quartiere di San Giacomo, nel centro storico di Gela. Insieme ad essa vi erano anche dei bilancini di precisione e qualche spinello, tutto pronto per lo spaccio. Questa volta, però, qualcosa è andato storto, i quanto i finanzieri di Gela hanno fatto irruzione nell’abitazione del giovane, che aveva il pollice verde e teneva le piante di Marijuana al sole nel balcone di casa sua fra gerani e comuni piante ornamentali.

Trovati i bilancini di precisione sporchi, segno di un recente utilizzo e uno spinello appena spento. Arrestato il giovane, che ora è in attesa dei provvedimenti dell’autorità giudiziaria.

L’operazione ha rivelato ancora una volta come sia diffuso in città il problema dell’abuso e dello spaccio di sostanze stupefacenti soprattutto tra i giovani. Sembra quasi una normalità coltivare droga a casa come se fosse una pianta ornamentale, ma che costa spesso la libertà.

Tagged with: