Gela: maltrattava la sua compagna, espatriato tunisino irregolare

 

Era stato denunciato dalla sua compagna per maltrattamenti, e dopo un’intensa indagine è stato espulso dal territorio nazionale. Si tratta del tunisino K.S. 32enne, disoccupato, risultato dagli accertamenti irregolare sul territorio nazionale. Insieme a lui irregolare anche il fratello K.S di 33 anni.

L’ operazione è stata eseguita dai i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione dei Carabinieri di Gela che, grazie alle testimonianze e gli elementi raccolti sono riusciti, nel giro di poche ore ad individuare e fermare l’individuo sospetto.

Ieri i militari hanno  espletato  le formalità di rito e hanno accompagnato  presso il Centro di Permanenza  i due fraelli per il Rimpatrio di Bari per l’espulsione.

Costante è l’attenzione dell’Arma, della Procura della Repubblica  e dei “clubservice” locali, come il Soroptimist, alle violenze di genere e l’invito a denunciare detti fatti per poterli insieme fronteggiare e così restituire libertà e dignità alle vittime.