Gela: mancano i loculi comunali, si ricorre a quelli privati. Interrogazione di Cirignotta sull’edilizia cimiteriale

Che fine ha fatto la costruzione di nuovi loculi comunali? Eppure erano stati stanziati a tale scopo circa 1 milione e 600 mila euro con destinazione vincolata incamerata dal Comune. Questa è l’interrogazione che ha presentato stamani il consigliere comunale, capogruppo del Pd Vincenzo Cirignotta, che è intervenuto in merito alla vicenda relativa alla continua requisizione da parte del Comune dei loculi cimiteriali delle Confraternite per affrontare l’emergenza
“Tale situazione – ha detto il consigliere – trae origine da una mancata programmazione dell’edilizia cimiteriale da parte delle amministrazioni che si sono succedute nel tempo. 
Ai cittadini il rimpallo di responsabilità da un’amministrazione ad un’altra e viceversa poco interessa, poiché vittime di inefficienze che impediscono una pronta e degna sepoltura dei cari estinti.”
“Più che cercare i responsabili e le responsabilità – continua il consigliere – suggerirei all’amministrazione comunale di pensare ad approntare nel breve periodo iniziative che diano soluzioni al problema della mancanza dei loculi, nonché al disagio patito dai nostri concittadini a seguito della mancanza di interventi di manutenzione e pulizia dei cimiteri, i quali dovrebbero essere maggiormente attenzionati al fine di renderli degni luoghi di sepoltura”. 
L’interrogazione presentata da Cirignotta sarà trattata  nella seduta di question-time del mese di Giugno 2016, per conoscere la programmazione dell’amministrazione in materia di edilizia cimiteriale, nonché quali interventi di manutenzione e pulizia dei cimiteri sono stati posti in essere dall’amministrazione.