Gela, mercato settimanale: l’amministrazione a lavoro per la sua nuova ubicazione

Niente proroga per il mercato settimanale. Il sindaco Messinese, assieme ai suoi assessori  ha deciso di non rinnovare il contratto alla ditta Ignazio Missud, per l’area che fino a martedì scorso è stata occupata dalle bancarelle, e per cui il Comune ha sborsato una cifra corrispondente a circa  190 mila euro l’anno. Avrà un paio di settimane la nuova amministrazione per decidere la nuova ubicazione del mercato, visto che la settimana prossima in ogni caso ci sarà la pausa dovuta alla celebrazione della Madonna delle Grazie, che avrà il suo mercatino nella zona del lungomare, presso il mulino a vento.  Viabilità, controlli accessi, servizi saranno i criteri da valutare per la nuova ubicazione delle crca 250 bancarelle. In ogni caso,così come ci ha riferito l’assessore Simone Siciliano, il mercatino settimanale tornerà in città, tra le abitazioni. Un’impresa non semplice perché se è vero che tutti i cittadini vogliono le bancarelle all’interno della città, è anche vero che nessuno lo vorrà sotto casa. Le zone che si stanno valutando sono quelle di Marchitello e del Villaggio Aldisio, ma anche la zona di Madonna del Rosario. Intanto nei giorni scorsi vi è stata la conferma dei sei assessori che accompagneranno la giunta messinese: Pietro Lorefice, Ketty Damante, Simone Siciliano, Nuccio Di Paola, Francesco Salinitro e Fabrizio Nardo. Questi ultimi due non sono residenti a Gela, ma il sindaco Messinese è stato chiaro, “non si può svolgere il ruolo di assessore stando lontani dalla città”.