Gela, muore e i familiari donano fegato e reni

 Una malattia fulminante lo ha strappato alla vita e i suoi familiari decidono di donare fegato, reni e altri organi. È successo stamani a Gela, dove un medico di 77 anni, in pensione, ha lasciato per sempre la moglie e i suoi quattro figli. I chirurghi del Vittorio Emanuele eseguiranno il prelievo degli organi dal corpo del medico deceduto, quando arriveranno i medici del Centro Regionale Trapianti di Palermo. Organi che saranno pronti per essere trapiantati in soggetti che si trovano nelle liste di attesa. Il dolore della famiglia si intreccia con la speranza di sopravvivere di uno dei 9055 persone in attesa di trapianto. Spesso giovani vite, affette da malattie croniche. La cultura della donazione deve ancora radicarsi nella nostra città. Oggi sono 6467 le persone in Italia in attesa di un trapianto ai reni, e 1041 di fegato, seguono il cuore con 724 pazienti, polmone 376 e infine pancreas 2019. I donatori in Italia nel 2014 sono stati in totale 2271. In molti comuni è stato avviato l’iter per il testamento biologico al momento del rilascio della carta di identità. Ci si può anche iscrivere nell’elenco donatori presso l’Asl o l’Aido. In assenza di ciò saranno i familiari a decidere. In Italia sono 1399179 i cittadini che hanno espresso il consenso alla donazione di organi