Gela? Museo chiuso nei festivi, e nessuna programmazione turistica. Intervengono i consiglieri del M5S

Assenza di programmazione turistica dell’amministrazione Messinese. Priva di un qualsivoglia programma politico naviga a vista senza rotta e timone. Questo il grido di allarme del gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle di Gela.

“Il vice sindaco appare in tutti i settori economici, senza però produrre risultati rilevanti, la città vive nel buio assoluto. Così, dopo un anno di governo, con l’assessore Salinitro che sbandiera la rinascita turistica, quest’amministrazione non ha generato alcuna economia legata al turismo. Perché il turismo è industria complessa che chiede delicata programmazione e non fantasiose soluzioni”. Hanno affermato i consiglieri pentastellati

“Dopo gli improbabili viaggi in elicottero e le trasferte all’expo, la città di Gela continua ad avere il suo Museo chiuso nei giorni festivi. I resti della nave greca esposti in orario feriale, ma nel weekend tutto serrato. Sarà così anche per il ponte lungo del 25 aprile. Niente aree archeologiche per nessuno. Il direttore del museo allarga le braccia, ma è giusto chiedere quale programmazione abbia l’amministrazione per l’economia turistica. E qui arriva il buio. “

“Manca un progetto per l’economia del turismo, manca sui collegamenti del trasporto extraurbano, manca una programmazione per la pedonalizzazione e valorizzazione del centro storico. Mentre il museo prende polvere e rimane chiuso nei giorni festivi, giorni in cui si dovrebbe fare turismo, il sindaco cacciato dal M5S, colui che ha voltato le spalle all’elettorato, sembra avere perso la bussola. Senza programma,  purtroppo, non si costruisce nulla.” Hanno affemato i consiglieri Enzo Giudice, Virginia Farruggia, Angelo Amato e Simone Morgana.