Gela: nasce l’associazione “Aldo Moro”

É nata a Gela una nuova associazione culturale e politica “Aldo Moro” , che si propone di valorizzare la figura e l’opera dello statista da cui prende il nome, così come il patrimonio culturale e politico che ha lasciato in eredità.

L’associazione, che é un gruppo aperto, ha l’obiettivo di fornire occasioni di riflessione, approfondimento, dibattito, confronto sereno e costruttivo sui temi della democrazia e del suo funzionamento ai vari livelli decisionali, della partecipazione dei cittadini alla vita politica e sociale e dei relativi strumenti, del ruolo attuale delle formazioni sociali e delle comunità intermedie, delle forme di governo della cosa pubblica e dell’economia, della tutela delle libertà fondamentali e dei doveri di solidarietà.

Gli insegnamenti dello statista-martire” costituiscono una bussola preziosa per evitare derive populiste ed autoritarie, per rilanciare le più efficaci forme di democrazia rappresentativa, come ad esempio le consultazioni “primarie”, strumento che esalta la partecipazione di tanti alla vita politica attiva.
L’associazione intende curare la formazione politica dei giovani nell’ottica dei valori fondamentali della Costituzione e della Carta Europea dei Diritti Fondamentali, della centralità e sacralità della persona umana e delle sue libertà, dell’etica della responsabilità e della solidarietà.
Secondo questa ottica, l’associazione

aspira a rappresentare un’anima al contempo di critica e di proposta, di riflessione e di stimolo all’azione ed alla politica di tutti i soggetti politici ed in primo luogo di quelli che si riconoscono nell’area di centro sinistra, a partire dal Partito Democratico che oggi costituisce il primo riferimento di tutta questa area politica, nell’intento di apportare un contributo alla rivisitazione e quindi alla riaffermazione secondo lo spirito costituzionale dell’idea e della forma del “partito”, quale miglior strumento per organizzare e riaggregare la partecipazione dei cittadini alla vita politica del Paese.

Soci fondatori sono: Aliotta Enrico,Cafa Salvatore, Catania Toto, D’Arma Angela,Faraci Vito , Ferrara Giuseppe,Federico Nello,Gagliano Antonio, Giardino Vittorio,Gulizzi Giacomo,Iozza Cesare, La Chiusa Antonio, Maganuco Martina, Morteo Giusy, Nastasi Dionisio, Palcenti Santi, Pizzardi Rochelio,  Puci Luigi, Robilatte Giuseppe, Sansone  Vincenzo, Siragusa Guido,Turco Gino.

Presidente peril primo biennio l’avv. Antonio Gagliano