Gela, nelle periferie sparisce il verde e spuntano i rifiuti

Le periferie di Gela sono ormai delle discariche a cielo aperto. L’interruzione del servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti è stata la scusa per procedere all’abbandono indiscriminato.

Non che prima non esistessero i cumuli di rifiuti nelle periferie, ma adesso c’è pure la scusa da parte degli incivili.

Sacchi e sacchi di spazzatura, metri e metri di umido, plastica, ferro, vetro.

Le stradine di campagna sono prese d’assalto. Via Butera, c.da Spinasanta, Priolo. Nessun timore di essere scoperti o multati. In alcune aree vi sono colline di rifiuti anche pericolosi, come vetro, materiale edile e amianto. Campagne totalmente ricoperte da rifiuti cancellando pure le stradine.

E anche per il centro arrivano segnalazioni. Del materiale edile è stato abbandonato in via Manzoni, a due passi dal cimitero monumentale e dalla Biblioteca comunale. I rifiuti giacciono lì nell’indifferenza di chi vi passeggia. Ormai siamo abituati a tutto.

Foto di Movimento civico Gela com’era