Gela non é un secchio di spazzatura: lettera aperta agli “incivili” dal Comitato delle mogli

In una città che continua ad essere deturpata dai sacchi dei rifiuti abbandonati in maniera indiscriminata, il Comitato delle mogli e quello cittadino scrive una lettera aperta agli “incivili” che non hanno nessun rispetto per Gela, continuandola a “macchiare” e “farla marchiare” .

<<Una lettera aperta Caro incivile Gelese, io buttotutto e “chissenefrega “degli altri.

Chi le scrive sono i suoi concittadini stufi di convivere con questo scempio (rifiuti ovunque) ,con la paura per la salute pubblica e che, a differenza sua, rispettano le regole, le persone, l’ambiente e amano la propria città: Gela. La nostra meravigliosa Gela, una delle città piu’ antiche della Sicilia, ricca di storia , di siti archeologici , con un lungomare di una bellezza mozzafiato, per non parlare dei bellissimi tramonti che ci regala madre natura.

Fare la differenziata, è un atto d’amore, significa avere a cuore la propria città: Chi si ostina a non differenziare “ Iobuttotuttoechissenefregadeglialtri”, non ama la propria città e danneggia se stesso, i figli, l’ambiente.

Gela sporca è una brutta cartolina che fa una pessima pubblicità al nostro territorio, un’immagine che, tramite il passaparola, i post del web, i social, fa il giro del mondo, solo che poi torna indietro come un boomerang e fa male! Immagina chi decide di trascorrere le vacanze nella nostra città, di certo non si aspetta di trovarla in queste condizioni, a questo tu incivile ci hai mai pensato? Sei ingiustificabile!

Un appello :
Noi diciamo Basta a queste cattivi abitudini e cercheremo di coinvolgere i comitati di quartieri e tutti i cittadini civili per far cambiare questo stato delle cose.

Basta, incivile, gettare spazzatura in velocità dal finestrino dell’ auto!
Basta, incivile, accumulare rifiuti davanti le scuole, ospedali, case, alberi, spazi verdi!
Basta , incivile, lasciare i propri rifiuti dopo i picnic diurni e notturni ( cartoni di pizza ,vassoi, tovaglioli, bottiglie di birra, di acqua, lattine) nelle varie zone della città frequentate dalla movida e dalle famiglie!
Basta ,incivile, non raccogliere gli escrementi dei propri cani, quando si portano a passeggio!
Basta, incivile, inquinare il nostro splendido mare con tutto ciò che non vi serve più: dalla plastica, ai residui di cibo, ai mozziconi di sigarette !
Basta, incivili, utilizzare gli spazi pubblici come latrine a cielo aperto!

Gela può e deve cambiare e noi ci crediamo
Differenziamo per differenziarci e tu incivile ascolta la nostra voce: la tua città non è il tuo secchio della spazzatura!>>