Gela: non poteva festeggiare il diciottesimo. Il gesto di generosità di compagni, professori e dirigente

Un grande atto di generosità nei confronti di chi non avrebbe mai festeggiato  il suo diciottesimo. È successo in questi giorni in un istituto scolastico superiore della nostra città.

Una classe del quinto anno ha organizzato una colletta che ha coinvolto, oltre agli studenti,  anche il dirigente scolastico e i  professori che insegnano,  non soltanto  le nozioni scritte sui libri di testo,  ma anche i veri valori umani che rendono bella la nostra società.

Tutti insieme, compreso i collaboratori,  hanno dato  la possibilità ad uno studente di poter ricordare in modo speciale il suo diciottesimo compleanno.

Durante le ore di lezione i compagni  del giovane gelese che aveva compiuto 18 anni,   affetto da una grave disabilitá,  hanno infatti messo su una festa in piena regola con antipasti, pizzette, l’immancabile torta e un regalo davvero speciale.

Al giovane studente é stato infatti donato un guardaroba invernale completo per far fronte al freddo periodo che sta per arrivare.

La madre del festeggiato si é poi recata presso l’istituto per ringraziare i compagni del figlio, che  più di una volta nel corso degli anni hanno dimostrato di essere particolarmente sensibili al suo essere speciale .

Ecco come i giovani della città rappresentano i due volti della medaglia. Se da una parte abbiamo infatti dei giovani violenti e omertosi che scatenano risse nei parcheggi, dall’altra abbiamo una classe che ha dato più volte  un grande esempio di civiltà e sensibilità nei confronti di chi é meno fortunato.