Altro che potenziamento del Vittorio Emanuele. Consiglieri interrogano il sindaco su chiusura Malattie Infettive

Il consigliere comunale capogruppo del Pd Vincenzo Cirignotta, il presidente del consiglio comunale Alessandra Ascia, e i consiglieri comunali  Salvatore Gallo, Carmelo Orlando, Romina Morselli, Sara Bonura e Maria Pingo sono  intervenuti sulla chiusura del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Vittorio Emanuele di Gela.

Negli ultimi mesi il reparto era gestito da un solo medico, cioè da quando il dott. Carmelo Barette è andato in pensione. Ieri l’altro, cioè il 20 luglio per carenza di personale medico la direzione aziendale dell’Asp di Caltanissetta ha disposto la chiusura del reparto.

I consiglieri considerano tale chiusura “l’ennesimo scippo ad un territorio ad elevata incidenza di malattie infettive anche per la presenza di migranti

“Il reparto di malattie infettive – hanno riferito – ha avuto negli ultimi 50 anni una valenza strategica all’interno dell’Ospedale di Gela, la sua chiusura sta provocando notevoli disagi ai pazienti costretti ad essere trasferiti nel reparto di medicina.”

I consiglieri sottolineno come sia compito della direzione aziendale trovare personale medico adeguato per il mantenimento del reparto di malattie infettive. Tra l’altro nessun atto è stato posto in essere per colmare la atavica carenza di personale medico da parte del management dell’Asp.

“Tra l’altro -affermano- il Consiglio Comunale di Gela nelle sedute monotematiche dedicate alla problematica sanità, ha più volte sollecitato la direzione aziendale dell’Asp di provvedere al potenziamento dei reparti che insistono all’interno dell’Ospedale”.

I consiglieri interrogano il sindaco Domenico Messinese, come prima autorità sanitaria cittadina responsabile della tutela della salute pubblica, sulle iniziative che intende intraprendere per la risoluzione di tale problematica”.