Gela, occupava 3 aree demaniali abusivamente. Scatta denuncia e sequestro

Denunciato il titolare di un cantiere navale operante nella città di Gela.

L’operazione effettuata, dal Nucleo Operativo di Polizia Demaniale ed Ambientale (N.O.P.A.) della Capitaneria di Porto di Gela in collaborazione con la Procura di Gela. In particolare non erano stati pagati i canoni delle tre aree demaniali date in concessione, e di conseguenza erano prive di rinnovo del titolo autorizzativo.

Inoltre è emerso che la realizzazione di opere edilizie e diverse innovazioni era avvenuta in difformità da quanto previsto dalla normativa vigente. Pertanto, al fine di impedire il protrarsi dei reati, preventivo le tre aree, per un totale di oltre 9.235 metri quadrati.

I militari, coadiuvati da tecnici nominati e dal Personale dell’ARPA Sicilia struttura territoriale di Caltanissetta, accertavano inoltre, che all’interno del cantiere venivano svolte attività diverse dal solo rimessaggio e manutenzione barche, contestando violazioni al Testo Unico Ambientale