Gela, operazione antidroga con unità cinofila. Sequestri, arresti e denunce

Sequestri,  arresti e denunce ieri a Gela da parte dei poliziotti del Commissariato  durante  il servizio di controlli finalizzati alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, svolti con l’ausilio di unità cinofila antidroga della Polizia di Stato.

I poliziotti hanno eseguito una perquisizione domiciliare presso un’abitazione del centro storico  di un 42enne gelese, su cui gravano precedenti di polizia per reati specifici.

 

Sequestrati 949 grammi di hashish, in parte occultato nel sottotetto, in parte nel piano terra dell’appartamento, un bilancino di precisione e un taglierino per steccare lo stupefacente.

Gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato anche vari oggetti in oro, quali bracciali e anelli, e una bicicletta di probabile provenienza furtiva.

L’uomo è stato arrestato e posto a disposizione del Pm  presso la Procura della Repubblica di Gela.

Nel corso della stessa operazione di polizia, è stato arrestato anche un minorenne accompagnato presso l’Istituto penale minorile di Caltanissetta, su disposizione del P.M. presso la Procura della Repubblica per i minorenni del capoluogo.

Un’altra perquisizione domiciliare è stata eseguita presso l’abitazione di un 33enne gelese , anche in questo caso si tratta di un soggetto con precedenti di polizia per reati concernenti gli stupefacenti.

I poliziotti nel corso dell’operazione di polizia hanno rinvenuto e sequestrato 130 grammi di marijuana e un bilancino di precisione. Il giovane  è stato tratto in arresto e, su disposizione del P.M. presso la Procura della Repubblica di Gela, ristretto in carcere a disposizione dell’A.G. Gli agenti hanno denunciato in stato di libertà anche la moglie in quanto, al fine di scagionare il marito, ha rivendicato la proprietà della sostanza stupefacente