Da Gela a Palermo per il mantenimento di Neurologia

Da Gela a Palermo si sta facendo di tutto per evitare la chiusura del reparto di Neurologia alla clinica Santa Barbara di Macchitella, anche se permane un impegno con l’Asl per il suo mantenimento per tutto il 2018.

La chiusura annunciata per il 28 febbraio prossimo ha messo in subbuglio classe politica, associazioni e cittadini. A Palermo i due deputati regionali gelesi Nuccio Di Paola e Giuseppe Arancio hanno presentato il caso al neo assessore alla Salute Razza, mentre all’ospedale il sindaco Domenico Messinese ha incontrato ieri il direttore dell’Asp Carmelo Iacono e il manager della clinica Crimaldi. Un nuovo incontro è previsto la settimana prossima. C’è l’impegno da parte del primo cittadino a impedire la chiusura del reparto di neurologia che lederebbe la salute dei cittadini gelesi e di tutti quelli a sud della provincia.

La contraddizione più forte è quella tra una convenzione con l’Asp per il mantenimento del reparto di neurologia alla clinica e il riordino della rete ospedaliera del Vittorio Emanuele che prevede anche un reparto di Neurologia,  senza incrementare posti letti,e tra l’altro ci vogliono almeno due anni affinchè il nosocomio pubblico possa essere provvisto di tale reparto.

Sono più di 600 nel 2017 i casi trattati in clinica Santa Barbara nel reparto diretto dal dott. Nibali, in sinergia con la struttura pubblica.Il reparto esistente dal 2008, ha gestito migliaia di pazienti. Intanto il sindaco ha annunciato che il reparto non verrà interrotto.