“Gela per l’accoglienza”, la città celebra la Giornata mondiale del rifugiato

Al via “Gela per l’accoglienza”, anche la città celebrerà la Giornata mondiale del rifugiato mercoledì 21 giugno. In programma una serie di appuntamenti volti a favorire l’integrazione degli stranieri nel territorio. Per l’occasione, grest, centri d’accoglienza, associazioni e istituzioni lavoreranno in rete per rendere partecipe la cittadinanza e coinvolgerla in questa ricorrenza. Lunedì 20 giugno alle 10:00, nella sede del Coordinamento delle opere, in via Stentinello 8, si terrà una simulazione del primo colloquio di prima accoglienza in lingua wolof. A curare l’incontro Diop Aboubacar e Suleyman Ndiaye, mediatori culturali di livello A2 di lingua italiana presso il centro SPRAR del Comune di Gela, supportati dalla volontaria Antonella Salerno.

Alla simulazione seguirà l’avvio di un laboratorio di integrazione linguistica africana che si terrà nell’ambito del grest “Luglio insieme” della parrocchia Regina Pacis. Per tutto il mese di luglio, ogni lunedì e mercoledì, i partecipanti potranno imparare la lingua dei rifugiati colloquiando con loro. Venerdì 17 e lunedì 20, ancora, spazio allo sport con il torneo “Un goal per dire grazie”, che sarà disputato presso il centro ludico sportivo Wimbledon alle 18:00, promosso dallo Sprar Maeva, di cui è ente capofila il libero consorzio dei Comuni di Caltanissetta.

Un’attività ludico-ricreativa in lingua inglese sarà inoltre tenuta da due ospiti dello SPRAR di Gela presso il campus del Coordinamento delle opere ospitato dalla scuola media “Giovanni Verga”.