Gela: pitbul ritrovato con il cranio fracassato. La denuncia della Lida

Ennesimo cane ucciso dagli uomini cattivi. Un pitbul, usato probabilmente per combattimento, è stato privato della vita quando non serviva più. A ritrovarlo sono stati i volontari della Lida, nella zona di Scavone, denominata Bronx.  Il povero animale aveva il cranio sfondato da un corpo contundente. I volontari hanno sporto denuncia. Intervenuta sul luogo una pattuglia dei Carabinieri di Gela. “Povero amico , fedele amico dell’uomo, perdonaci”.  Ha scritto Max Greco, portavoce della Lida nella sua pagina Facebook. I volontari hanno atteso per ore il veterinario. “Vigileremo sempre più” . In città negli ultimi mesi, sono stati ritrovati cani uccisi, e malmenati nel quartiere Settefarine, ma anche a Manfria. Con l’arrivo del caldo, in aumento i casi di abbandono. Ciò rende urgente la creazione di un rifugio sanitario, del centro dei sterilizzazione e di un canile.