Gela: poche ore di pioggia e la via Venezia ritorna a essere un fiume

Sono bastate poche ore di pioggia intensa per trasformare la via Venezia in fiume di acqua. Un problema che la zona bassa della città si riporta da molti anni. Sotto accusa é il solito collettore fognario che intasandosi non riesce a smaltire le acque piovane, con fuoriuscita di liquidi che possono mettere a repentaglio l’incolumitá dei cittadini. Proprio nei giorni scorsi il sindaco Domenico Messinese aveva avanzato la proposta a Caltaqua e all’Ato Idrico di adottare la tecnologia no- dig, letteralmente senza scavo, per permettere la posa in opera di tubazioni, o il recupero totale e parziale, o sostituzione di condotte interrate. Questo per permettere un corretto deflusso delle acque evitando lo sversamento fognario. Al problema del collettore si aggiunge anche quello delle caditoie intasate. 

Articoli correlati