Gela, polo di misericordia e rigenerazione. Al via il VII Congresso regionale della Divina Misericordia

Gela diventa “polo di misericordia e rigenerazione”, con il settimo congresso regionale della Divina Misericordia che si terrà domenica 24 aprile al PalaCossiga di Gela.  Il congresso, che  è  patrocinato dal Pontificio Consiglio dei Laici e il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, ed è stato organizzato dalla Diocesi di Piazza Armerina, dal Comitato Mondiale dei Congressi della Divina Misericordia, dall’Accademia Internazionale della Misericordia, dal Movimento “Fraternità Apostolica della Divina Misericordia” e della “Piccola Casa della Misericordia” che si occupa di oltre 700 famiglie disagiate del territorio nisseno. Il  tema dell’anno giubilare  “Siate misericordiosi come il Padre” . “L’evento quest’anno  – ha affermato don Pasqualino di Dio, coordiantore dei Congressi e Missionario della Misericordia – si inserisce felicemente nel contesto del Giubileo della Misericordia che Papa Francesco ha proposto a tutta la Chiesa come itinerario di autentico rinnovamento interiore e come speciale attualizzazione, sul piano pastorale, del tratto specifico dell’amore misericordioso di Dio verso ogni sua creatura. La scelta della bella città di Gela, con le sue risorse anche se considerata da tanti periferia dell’Italia non solo per la sua collocazione geografica, diventa un giorno all’anno «polo di misericordia e di rigenerazione». Misericordia vuol dire speranza, riscatto, dignità, avere un “cuore spaccato” cioè compassionevole e non indurito, quel cuore che diventa abitazione di chi soffre, di chi non ha lavoro, dell’immigrato che sbarca nelle nostre coste, di chi ha perso la speranza. Il Santo Padre Francesco ha fatto giungere ai partecipanti il suo messaggio, concedendo a tutti i partecipanti anche l’indulgenza plenaria secondo le solite condizioni.”
Il congresso  è un un momento di formazione e di comunione fra i vari movimenti, gruppi di preghiera e singoli fedeli presenti in Sicilia e oltre, che si ispirano al messaggio biblico della Misericordia ripresentato da Santa Faustina Kowalska, promosso da San Giovanni Paolo II e che risuona costantemente nel magistero di Papa Francesco. 
Dopo l’accoglienza e la preghiera di lode, alle ore 9:30 il dott. Ernesto Olivero, fondatore del Servizio Missionario Giovanile e dell’Arsenale della Pace di Torino terrà una catechesi sul tema “Amare con il cuore di Dio”. Alle 10:30 S. E. R. S. Card. Stanislaw Rylko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici, presiederà la solenne Celebrazione Eucaristica, seguita alle ore 12 :00 da un momento mariano con i giovani e i bambini e l’atto di affidamento al Cuore Immacolato di Maria. Alle ore 15:00 don Pasqualino di Dio, iniziatore del Movimento Fraternità Apostolica della Divina Misericordia e della Piccola Casa della Misericordia di Gela presiederà l’Adorazione Eucaristica nell’Ora della Misericordia, l’Adorazione sarà animata da Ironi Spuldaro, membro del Consiglio Nazionale di Servizio del Rinnovamento Carismatico Cattolico del Brasile. Alle 17:00 è in programma una catechesi di S. E. Mons. Rosario Gisana, Vescovo di Piazza Armerina, sul tema:“Chi fa opere di misericordia, le compia con gioia”. Alle 18, concluderanno la giornata le testimonianze di don Primo Poggi e Anna di Cesare, del Santuario della Divina Misericordia di Centurano (Caserta); di Mara Santangelo, campionessa del mondo di tennis; dell’attrice Daniela Fazzolari e dell’attore e modello Sergio Sparascio.