Gela. Presentato progetto assistenza domiciliare invalidi, dipendenti e pensionati pubblici

Il progetto dell’Inps Home Care Premium, a cui ha aderito il Distretto socio sanitario D9, di cui Gela è capofila, è stato  presentato questa mattina, presso i locali dell’assessorato ai Servizi Sociali.  Presenti il sindaco Angelo Fasulo, l’assessore al ramo,  Ugo Costa, la coordinatrice del progetto, dott.ssa Francesca Fausciana e il consulente tecnico della società esecutrice del progetto, dott. Massimo Terzo. Il servizio prevede l’erogazione di contributi economici e servizi socio assistenziali domiciliari, nella cura di anziani e non autosufficienti, alle famiglie dei dipendenti o pensionati pubblici iscritti all’Inps (Gestione Pubblica, ex Inpdap). I benefici del progetto si estendono anche ai coniugi conviventi e ai loro familiari di primo grado, residenti nel territorio di Gela, Butera, Niscemi e Mazzarino. “L’erogazione di tali servizi – ha detto il sindaco Fasulo – è in forma del tutto gratuita per l’utenza e rappresenta un supporto significativo per chi potrà beneficiarne. L’Amministrazione – conclude Fasulo – si sta impegnando per dare risposte alla necessità di cure e servizi di assistenza qualificati in un momento di continui tagli alla spesa sociale”. Più tecnica la spiegazione del consulente tecnico della società Nido D’Argento, dott. Massimo Terzo: “Il servizio comprende le cosiddette prestazioni prevalenti e prestazioni assistenziale. Le prevalenti riguardano l’erogazione mensile da parte dell’Inps di un contributo economico per i costi sostenuti per il rapporto di lavoro con l’assistente familiare; mentre le prestazioni integrative, di carattere socio assistenziale, sono di supporto al percorso assistenziale del beneficiario e vengono gestite dal Distretto”. Infine l’Assessore Costa: “Le attività sono finanziate dal Fondo di credito e attività sociali, alimentato dal prelievo obbligatorio dello 0,35%, sulle retribuzioni del personale delle pubbliche amministrazioni in servizio”. E’ già attivo uno sportello sociale, nei locali dell’assessorato di viale Mediterraneo, a cui è possibile rivolgersi per l’inoltro delle domande o per qualsiasi informazione. Lo sportello è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 13,30 e il martedì e il giovedì, dalle ore 15,30 alle ore 18,00.

 

Gela. Presentato progetto assistenza domiciliare invalidi, dipendenti e pensionati pubblici

Il progetto dell’Inps Home Care Premium, a cui ha aderito il Distretto socio sanitario D9, di cui Gela è capofila, è stato  presentato questa mattina, presso i locali dell’assessorato ai Servizi Sociali.  Presenti il sindaco Angelo Fasulo, l’assessore al ramo,  Ugo Costa, la coordinatrice del progetto, dott.ssa Francesca Fausciana e il consulente tecnico della società esecutrice del progetto, dott. Massimo Terzo. Il servizio prevede l’erogazione di contributi economici e servizi socio assistenziali domiciliari, nella cura di anziani e non autosufficienti, alle famiglie dei dipendenti o pensionati pubblici iscritti all’Inps (Gestione Pubblica, ex Inpdap). I benefici del progetto si estendono anche ai coniugi conviventi e ai loro familiari di primo grado, residenti nel territorio di Gela, Butera, Niscemi e Mazzarino. “L’erogazione di tali servizi – ha detto il sindaco Fasulo – è in forma del tutto gratuita per l’utenza e rappresenta un supporto significativo per chi potrà beneficiarne. L’Amministrazione – conclude Fasulo – si sta impegnando per dare risposte alla necessità di cure e servizi di assistenza qualificati in un momento di continui tagli alla spesa sociale”. Più tecnica la spiegazione del consulente tecnico della società Nido D’Argento, dott. Massimo Terzo: “Il servizio comprende le cosiddette prestazioni prevalenti e prestazioni assistenziale. Le prevalenti riguardano l’erogazione mensile da parte dell’Inps di un contributo economico per i costi sostenuti per il rapporto di lavoro con l’assistente familiare; mentre le prestazioni integrative, di carattere socio assistenziale, sono di supporto al percorso assistenziale del beneficiario e vengono gestite dal Distretto”. Infine l’Assessore Costa: “Le attività sono finanziate dal Fondo di credito e attività sociali, alimentato dal prelievo obbligatorio dello 0,35%, sulle retribuzioni del personale delle pubbliche amministrazioni in servizio”. E’ già attivo uno sportello sociale, nei locali dell’assessorato di viale Mediterraneo, a cui è possibile rivolgersi per l’inoltro delle domande o per qualsiasi informazione. Lo sportello è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle 13,30 e il martedì e il giovedì, dalle ore 15,30 alle ore 18,00.