Gela: presentazione del libro “Dipende da te” del giovane Simone Digrandi

Sarà presentato sabato, 4 Giugno, alle ore 18:30 presso la libreria Mondadori Store, in via Gugliemo Marconi, il libro dal titolo, Dipende da te “appunti per vivere con meno pessimismo e più coraggio” prima produzione del giovane imprenditore ragusano, Simone Digrandi.

Evento organizzato dall’associazione Pensare Futuro, inizierà con i saluti di Lina Orlando, responsabile Mondadori Gela e Rosario Emmanuello, Presidente dell’associazione Pensare Futuro. Converseranno con l’autore, il giornalista Andrea Cassisi e l’innovation manager Nuccio di Paola.

Il libro

Il libro nasce per caso. Appunti presi al pc dall’autore, alla fine di ogni giornata ricca di impegni lavorativi e sociali traslati nero su bianco, diventano veri e propri “spunti di riflessione” per giovani e non. Attraverso esperienze di vita vissuta in prima persona dall’autore, cerca di far comprendere l’importanza di fare politica attiva ed associazionismo per raggiungere determinati obiettivi, investire nel proprio territorio e scoprire il talento che c’è in ognuno di noi, a non lasciarsi schiacciare dal pessimismo ed affrontare la vita con più coraggio.

Suddiviso in tre capitoli: IO- dedicato all’importanza di scoprire il proprio talento, cercando di capire come tirarlo fuori e metterlo a frutto, NOI- dedicato al gruppo, come costruire team funzionanti, adatti a raggiungere obiettivi di qualsiasi tipo evitando conflitti e cercando, prima di tutto di valorizzare ogni singolo membro e le proprie potenzialità, LORO- legato all’importanza di agire all’interno della propria comunità creare qualcosa ed evitare di lamentarsi sui social network.

«Il libro- dice Simone Digrandi – è rivolto a tutti quelli che non riescono ad “ingranare la marcia”, che restano fermi ad aspettare qualcuno o qualcosa. La mia produzione deve essere intesa come veicolo di positività per far comprendere ai giovani pieni di incertezze e paure che esiste una buona strada da percorrere, basta trovarla dentro ciascuno di noi».

Da giovane, che consiglio daresti ai giovani che in questo periodo vivono la crisi economica?

«Smettere di lamentarsi, di vedere tutto buoio, finirla di adagiarsi, muoversi, scoprire la “luce” che ognuno ha dentro ed accenderla, per riuscire a cambiare in meglio la propria vita e anche quella degli altri».

Cosa ti aspetti dal pubblico gelese il 4 Giugno?

«Ad ogni presentazione che faccio non mi aspetto nulla in particolare. Spero solo che venga recepito l’importante messaggio che voglio lanciare attraverso il mio libro, “posso farcela, dipende da me”»

Articoli correlati