Gela, presto l’adeguamento sismico e strutturale delle nostre scuole

Mancano pochi giorni all’inizio del nuovo anno scolastico e il 60 per cento degli edifici scolastici in Sicilia, 2.614 su 4.358, non è in regola con le certificazioni antisismiche, mentre il 70 per cento (3.050) non ha l’agibilità.

Nei prossimi mesi il presidente della Regiona Musumeci e l’assessore regionale all’istruzione e Formazione Lagalla hanno annunciato l’intenzione di mettere in campo nei prossimi mesi 272,5 milioni di euro. Fondi che derivano in parte dal Po Fesr 2014/2020, 82 milioni dal Piano per le infrastrutture previste dall’Unione europea, mentre la restante parte, circa 190 milioni, sono fondi dello Stato, e coprono interamente la progettazione degli interventi.

Tra i progetti finanziati ci sono anche quelli presentati dal Comune di Gela per oltre 42 milioni di euro. Progetti che potrebbero diventare cantieri già nei prossimi mesi, in quanto accompagnati da fattibillità tecnica. Si tratta di progetti che punteranno sull’adeguamento antisismico e il rinnovo di edifici frequentati dai nostri alunni.

La giunta messinese punta sulla programmazione di interventi ordinari e straordinari che daranno anche possibilità di lavoro.