Gela protagonista dell’Operazione Husky. Tutto pronto per il 75° anniversario

È tutto pronto per la commemorazione del 75esimo anniversario dell’Operazione Husky, il più grande sbarco anfibio della storia che vide il mare di Gela tra i protagonisti.

Era il 10 luglio del 1943 quando nel Golfo di Gela arrivò la settima divisione americana del generale S. George Patton.

Furono 180 mila gli uomini arrivati in 160 km di costa tra Licata e Siracusa per liberare la nostra Sicilia dalla dittatuta nazifascismo: in soli 39 giorni si arrivò all’obiettivo.

E proprio il 10 luglio 2018  ci sarà una serie di eventi nella città di Gela, organizzati dall’amministrazione,  per ricordare questo pezzo di storia che cambiò il destino degli italiani.

Si inizierà la mattina nell’altare del ponte Dirillo con il Roll-Call per ricordare i 39 soldati americani morti, sarà presente il vice ammiraglio Lisa Franchetti la prima donna a guidare la sesta flotta Usa, presenti anche le istituzioni civili e militari.

Seguirà l’appuntamento al Cimitero monumentale dei caduti dove si ricorderanno i soldati morti a causa della guerra.

Durante la serata l’amministrazione comunale accompagnerà le autorità americane presenti a visitare i palazzi del centro storico che erano stati requisiti durante lo sbarco, dove saranno poste delle targhe commemorative.

Inoltre vi saranno mostre fotografiche, esposizione di mezzi bellici, commemorazione a cura del prof. Nuccio Mulè.