Gela, recupero estetico delle case del centro storico: il comune dà i contributi

Il recupero delle facciate e la riqualificazione energetica degli edifici del centro storico. Questa l’iniziativa del Comune di Gela che assegnerà dei contributi, sino ad esaurimento dei fondi stanziati, per ridare decoro agli immobili e del centro storico in particolari quelli che affacciano sul mare, su Orto Pasqualello, ai fronti prospicienti Via Prati, ai quartieri Villaggio Aldisio e Macchitella.

Lo ha annunciato con soddisfazione il sindaco Domenico Messinese e l’assessore all’Urbanistica Francesco Salinitro, in applicazione di una delibera di Giunta che aveva avviato l’iniziativa denominata “Colori e architettura della tradizione gelese per il decoro urbano cittadino e del centro storico”.

Gli interventi di decoro urbano riguandanti il l recupero estetico di un’intera unità edilizia interesseranno i prospetti dei fabbricati esistenti, mediante restauro e/o rifacimento intonaci, coloritura, recupero degli elementi di decoro, restauro di elementi lapidei, ringhiere, balconi, marcapiani, grondaie, tetti con coppi gelesi e infissi insistenti su strade o piazze comunque visibili dagli spazi pubblici, occultamento delle vasche di accumulo dell’acqua.

Per la riqualificazione energetica degli edifici invece si intende il miglioramento delle prestazioni energetiche riguardanti coperture, pavimenti, pareti esterne (cappotto), finestre, nel rispetto delle normative vigenti in materia.

Particolare attenzione e premialità è rivolta al centro storico per favorire il recupero dello stato originario delle facciate e degli antichi balconi, sia nelle dimensioni, sia nelle caratteristiche costruttive.

Un premio  è previsto anche per interventi di occultamento delle cisterne dell’acqua.

Previsto un contributo una tantum di € 1.000 per spese professionali.
La domanda va presentata entro il prossimo 30 ottobre. Per le istanze non finanziabili per esaurimento risorse sarà predisposta una specifica graduatoria che potrà essere oggetto di finanziamento parziale o totale con eventuali fondi dell’esercizio successivo.

Articoli correlati