Gela ricorda Giuseppe, il principe dagli occhi azzurri che sorrideva sempre

Una persona speciale, gentile, disponibile, cordiale con tutti e sempre pronto a dare una parola di conforto e sostegno a chi ne aveva bisogno. Sono questi i ricordi che si affollano sui social network da sabato pomeriggio in onore di Giuseppe Lauretta, il giovane sposino gelese travolto da un drammatico destino. L’intera comunità è ancora scossa da quanto accaduto a questa coppia durante il loro viaggio di nozze su una nave da crociera. Sì, perché Giuseppe e Melissa erano marito e moglie da appena una settimana e stavano trascorrendo i giorni più belli di quella che sarebbe stata la loro vita insieme, dopo alcuni anni di fidanzamento. Alla fine della loro luna di miele, sarebbero andati a vivere a Milano, proprio dove lavorava Giuseppe e avrebbero trascorso lì la loro quotidianità. A causa di una broncopolmonite fulminante, però, i sogni di questi giovani ragazzi sono svaniti all’improvviso. Di Giuseppe adesso rimangono i ricordi degli amici e di quanti lo conoscevano: primogenito di sei figli, era un ragazzo buono, lavoratore instancabile, solare e umile. “Il principe dagli occhi azzurri che ogni donna desidererebbe avere accanto”, ha scritto qualche amica del giovane. Adesso Gela attende di riabbracciarlo un’ultima volta e di stringersi attorno al dolore delle famiglie colpite da questo terribile lutto e della moglie Melissa. La salma del giovane dovrebbe rientrare a Gela nelle prossime ore. Le esequie con molta probabilità dovrebbero essere officiate ai Salesiani.