Gela: rifiuti anche davanti la storia. Sacchi all’ingresso dei Bagni greci

Sacchi infiniti di rifiuti davanti la storia di Gela. La foto rappresenta la discarica a cielo aperto sui marciapiedi che consentono l’accesso ai Bagni Greci.

Un sito già più volte deturpato da erbaccia e sporcizia non raccolta per lunghi periodi.

I Bagni Greci, cioè terme elleniche riportate alla luce nel 1957, dovrebbero essere un altro fiore all’occhiello della città e di cui andare fieri, invece pur di non differenziare, si imbratta ogni cosa, anche l’accesso ad un sito archeologico di una Gela che nel passato splendeva.