Gela: sanzioni, chiusura locali, controlli. Questo il risultato dell’attività di Polizia amministrativa

Bar, sale giochi, compro-oro e Internet Point, del territorio geles. Questi sono  stati al centro dell’attvità di Polizia Amministrativa svolta in queste settimane,  da parte degli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gela, coordinati dal questore Bruno  Megale. Una ordinanza di chiusura sala giochi abusiva; 5 esercizi commerciali controllati; 47 persone controllate ; 8 infrazioni al T.U.L.P.S. contestate. Questo il risultato dell’operazione condotta. Inoltre sono state elevate a carico di G. D. gelese, di 34 anni, le seguenti contestazioni amministrative: art. 86 e  17 bis TULPS,  per aver gestito senza licenza del questore una sala pubblica da gioco in Gela. Inoltre è stato ritrovato un involucro contenente circa  10 grammi di hashish divisa in dosi. Lo stupefacente, che  era stato occultato nel mentre gli operatori si accingevano a fare ingresso nel locale, è stato sequestrato. In corso le  indagini per risalire al possessore della sostanza.
Inoltre a carico di C. B. gelese di 75 anni, , è stato proposto il divieto di detenzione armi e munizioni ai sensi dell’art. 39 del TULPS, in quanto non ha prodotto la certificazione medica prevista attestante il requisito psico fisico.  G. G. nato a Modica 84 anni anni fa, è stato segnalato all’A.G. per l’omessa comunicazione all’Autorità di P.S della variazione del luogo di detenzione delle armi denunciate e per l’ipotesi di reato di cui all’art. 20 legge 110/75 ossia negligenza nella detenzione di armi. I controlloi da parte del Commissariato di Gela continueranno anche nelle prossime settimane, di mira gli esercenti pubblici presenti nel territorio al fine di verificare il rispetto delle normative vigenti. Stanno inoltre per essere completate tutte le posizioni di circa 3000 possessori di licenza di detenzione di armi al fine di verificarne l’attualità dei i requisiti Psico-fisici e morali.   
 

Articoli correlati