Gela, sempre più poveri ma meno donazioni nella Giornata della colletta alimentare

Sempre più poveri in città. ma sempre meno donazioni di alimenti da parte di chi magari può permetterselo.

Oggi nella giornata della Colletta alimentare nei supermercati della città di Gela,  i volontari con i carrelli della spesa hanno raccolto alimenti donati dai clienti: sughi e pelati, tonno, riso, legumi, biscotti, latte, pasta, zucchero, biscotti. Tutti alimenti a lunga conservazione.

“Vi è stata una flessione nelle donazioni, a causa della crisi che attanaglia la città”, ha detto Emanuele Russo, vicepresidente dell’associazione di volontariato gelese “Centro accoglienza Servirti”.

Assieme alle associazioni “Gioia nel dare” e “Chiesa evangelica”, l’associazione “Servirti”, si occupa di circa 600 poveri della Casa del volontariato.

“Andiamo a prendere gli alimenti al Banco regionale di Belpasso, una volta alla settimana, per poi distribuirli ai poveri della Casa del Volontariato”, ha detto Russo.