Gela: sequestrati ad un supermercato 120 chili di alimenti congelati. Erano nocivi per la salute

Sequestrati in un supermercato di Gela, 120 chili di alimenti congelati in cattivo stato di conservazione che sono stati dichiarati non idonei al consumo umano. Gli alimenti sono stati distrutti. Il sequestro è avvvenuto a seguito di controlli effettuati dagli agenti della Capitaneria di porto di Gela, coordinati dal Comandante Pietro Carosia, su tutto il terriorio nisseno, al fine di reprimere ogni forma di illecito in materia di pesca e prodotti agroalimentari e aderenti alla Operazione nazionale sulla filiera pesca denominata “Tallone di Achille”.  Il tutto per la salvaguardia della salute dei consumatori, specie in un periodo come quello appena trascorso, delle feste di Natale. Messi a setaccio, pescherie, grossisti, supermercati, mercati rionali e ristoranti.  Nel controllo in diversi punti vendita al dettaglio, gli agenti hanno elevato 5 sanzioni per complessivi 6 mila euro, per mancata o erronea etichettature del pescato e quindi per non aver permesso al consumatore finale di conoscere il tipo di prodotto acquistato e la sua provenienza.