Gela: pesce sequestrato donato ai poveri, dopo i controlli sulla commestibilità

Donato ai poveri della città e in parto distrutto a seguito dell’ispezione del personale dell’Asp, il prodotto ittico sequestrato lunedì scorso dalla Guardia Costiera di Gela.

In totale è stato sequestrato 190 chili di prodotti ittici, e elevate sanzioni per un totale di 4500 euro.

Il pesce sequestrato è stato posto ad accurato controllo sulla sua commestibilità, che ha visto la collaborazione di Asp e Guardia costiera.

L’operazione, denominata Confine illegale, è partita il 26 novembre scorso, con controlli su tutta la filiera della pesca, a mare ed a terra, volte alla verifica della tracciabilità ed etichettatura dei prodotti della pesca, oltre al controllo sugli obblighi dei pescherecci, come attrezzi e divieti di catture di specie protette.