Gela: si è introdotto a casa di anziane per derubarle. Arrestato rumeno

 

Rapina aggravata, sequestro di persona, violazione di domicilio, danneggiamento, nonché resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Di questo dovrà rispondere il cittadino rumeno, Maftei Marius Ciprian, di 30 anni arrestato nelle prime ore di stamani dagli agenti del Commissariato di Gela.

Il particolare, l’uomo residente a Gela e con pregiudizi di Polizia per furto e reati contro la persona, intorno alle ore 2.35 di stamani, si è introdotto all’interno di una abitazione occupata da due signore anziane, per appropriarsi di beni che vi erano custoditi.

Il commissariato è intervenuto grazie vicini di casa che,   allarmati dalle urla delle vittime, hanno allertato il 113.  Così la rapina non è andata  a buon fine.

Le fasi dell’arresto, sono state molto concitate dato il vano tentativo messo in atto dal cittadino rumeno il quale, pensando di sottrarsi all’arresto, è salito sul tetto dell’abitazione e ha cercato  di allontanarsi saltando in quelli delle abitazioni vicine.

Il rumeno dai tetti ha cominciato a lanciare pietre e tegole presenti agli agenti, che per farlo desistere, a scopo intimidatorio hanno esploso un colpo d’arma da fuoco in aria. Appena bloccato,  il rumeno si  è scagliato contro gli agenti.

Due di loro sono stati costretti a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso e hanno avuto   5 e 30 giorni  di prognosi.

Durante le fasi dell’inseguimento vi è stata anche la collaborazione di una pattuglia dei Carabinieri di  Gela che, unitamente ad altra unità operativa del Commissariato, ha seguito il fuggitivo percorrendo le vie limitrofe, tenendolo sempre d’occhio mentre scappava sui tetti.

All’interno dell’abitazione del rumeno è stata trovata  e sequestrata della refurtiva sulla quale sono in corso accertamenti per risalire alle potenziali  vittime di ulteriori azioni criminose della stessa specie che potrebbero essere state commesse dall’ arrestato.

Dopo le formalità di rito e su  indicazioni dell’Autorità Giudiziaria il rumeno è stato tradotto presso la casa Circondariale di c.da Balate.

Articoli correlati