Gela si prepara a celebrare la Madonna delle Grazie

Tra due giorni la città di Gela celebrerà la Madonna delle Grazie. Quella del 2 luglio è la festa più attesa dalla città, specie dai fedeli che hanno sempre mostrato grande devozione nei confronti di Maria.

Nella Chiesa dei Cappuccini intanto vanno avanti i preparativi. La processione del simulacro rappresentante la Vergine con il Bambino Gesù è per molto quel “viaggio scalzo promesso”, per la grazia ricevuta. “Un momento per pregare Maria per chiedere le grazie – ha detto Frà Raffaele Vitorino Dos Santos – la madonna che sa ascoltare, diventa un modello per tutti noi. Spogliare i bambini, e presentare il figlio che si è portato in grembo per nove mesi, a Dio attraverso le mani di Maria è un momento forte e coinvolgente”. Questa festa è dedicata alla benedizione dei bimbi. Durante la processione, il corteo è più volte fermato affinché si possa permettere ai fedeli di esprimere il proprio voto,  si assiste, tra il tripudio della immensa folla, a bordate di fuochi di mortaretti e continue svestizioni di bambini, alzati verso il cielo dalle mani di un frate cappuccino, sotto il simulacro della Madonna ed intramezzate da preghiere e canti. La processione del 2 luglio inizia alle ore 15:30 circa dalla Chiesa dei P.P. Cappuccini e, si snoda per le vie centrali della città, concludendosi a tarda sera, alle ore 24.00 circa. Gli abiti dei bambini, offerti alla Madonna delle Grazie, verranno poi riacquistati dai genitori e le offerte ricavate sono destinate ai poveri della città.

Articoli correlati