Gela: si riformano i cumuli di rifiuti. L’inciviltà non conosce fine

Dopo l’intevento della Licata clean service si stanno riformando man mano le discariche a cielo aperto nei vari angoli della città.

Da piazza San Giacomo, in via Ermocrate, via Tevere, Scavone i sacchi di immondizia stanno nuovamente proliferando.

Nonostante i tanti messaggi di sensibilizzazione sia tramite social network, che con i media gli atti di inciviltà continuano.

Vi sono ancora tanti cittadini che si rifiutano di effettuare la differenziata. Tanti i video che circolano via Fb che riprendono cittadini abbandonare i sacchetti negli angoli della città.

Se fino a qualche tempo fa erano i servizi aggiuntivi a rimuovere i rifiuti, con caro prezzo per le casse comunali, adesso i cumuli sono destinati a permanere sui marciapiedi e nelle aiuole per molto tempo, con il rischio di proliferazione di topi, insetti e blatte.

Non hanno paura gli incivili nemmeno dell’alto costo delle multe che arrivano anche a 3 mila euro per i trasgressori.

I controlli vi sono ma devono essere aumentati, specie nei punti sensibili, quartieri in cui i residenti non ne voglio sapere di rispettare il calendario del porta a porta.

Intanto gli operatori di Tekra lunedì e martedì sosterranno un fermo del lavoro, per rivendicare gli stipendi arretrati. Quindi si prospetta una nuova emergenza se non si cambia comportamento.

Immagine ripresa da un video di Movimento civico Gela Com’Era