Gela, strade colabrodo e la caduta è dietro l’angolo

Bisogna fare lo slalom fra crepe e voragini nelle strade groviera della città e non sempre riesce bene. Basta un attimo per farsi male e il Comune è poi così pronto a risarcire i danni, visto la crisi economica che attraversa?

Tanti i casi di persone che ogni giorno finiscono a gambe all’aria in città, senza avere alcuna colpa. Come evitare allora ulteriori incidenti? Magari mappando le crepe e le voragini presenti lungo le strade colabrodo. Tante le segnalazioni su facebook. Il Comune potrebbe raccoglierle tutte, magari per realizzare una app scaricabile sugli smartphone.

Naturalemente scherziamo, ma un po’ di manutenzione per non mettere a rischio l’incolumità dei cittadini, non farebbe male, soprattutto quelli meno giovani, spesso vittime di brutte cadute quando l’asfalto è letteralmente a pezzi.

A tal proposito i consiglieri comunali di Diventerà Bellissima hanno presentato una interrogazione in cui chiedono di rimpinguare il capitolo che riguarda la sistemazione di alcune strade con la relativa somma da stornare ai Lavori Pubblici al fine di intervenire con priorità, sulle tante vie in stato di abbandono.

“Il settore Urbanistica con il servizio di condono ed edilizia privata, incassa oneri di urbanizzazione e costi di produzione”, hanno sottolineato i consiglieri Anna Comandatore, Giovanni Panebianco e Vincenzo Cascino