Gela su una brochure di promozione turistica e commerciale: ma è polemica su fb

Nasce una nuova guida turistica e commerciale sulla città di Gela ed è subito polemica sul social netwok. Quello che non è andato proprio giù è la foto del petrolchimico messa in copertina. “La   realtà produttiva gelese è costituita dal Petrolchimico col suo indotto e dalla zona industriale Asi”, una descrizione alquanto vecchia, visto che è già da due anni che l’industria chimica ha smesso di funzionare, e con la fuga di Eni è sparito anche l’indotto. Nella brochure dal titolo “Gelapiù”,  a distribuzione gratuita, la descrizione di Gela è una copia quasi integrale di wikipedia, con tanto di foto di mare di Gela photoshoppato. Nessuna foto del museo di Gela, e dei suoi reperti. La foto delle Mura di Timoleonte risale a un bel po’ di anni fa, quando ancora non vi era la struttura di protezione. Inoltre la foto pontile contiene le immagini di persone che vi passeggiano sopra,  quando invece vi è un divieto di transito pedonale. Gela viene descritta come una città turistica con il suo bel sole e il suo bel mare, ma poi viene mostrato un corso Vittorio Emanuele deserto. Insomma la rivista non è andata proprio giù ai gelesi di facebook, Intanto la brochure continua a girare, e in ogni modo continua a promuovere la nostra città e le attività che vi hanno aderito.  Sempre meglio che non parlarne proprio o parlarne male, hanno affermato alcuni cittadini. La rivista ha anche un sito interamente dedicato alla nostra città.