Gela, tre arresti e quattordici denunce

La Polizia di Gela ha arrestato tre persone e ne ha denunciate all’Autorità Giudiziaria altre quattordici. I provvedimenti sono scattati per un gelese di ventiquattro anni, Nunzio Massimo Tilaro, che dovrà scontare la pena di otto mesi e sette giorni per reati contro il patrimonio e la persona commessi fino al 2014; dovrà scontare un anno e sei mesi invece un altro gelese, Giuseppe Schembri, di trentaquattro anni, per spaccio di stupefacenti risalente al novembre del 2011; per furto aggravato continuato commesso nel 2014, invece, è stato arrestato un altro trentaquattrenne di Gela, Angelo Pirone. Sei persone, inoltre, sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per una rissa avvenuta lo scorso 6 giugno. Coinvolti un nisseno, due licatesi e tre gelesi. Delle denunce sono scattate anche per cinque gelesi per guida senza patente perché mai conseguita, per un gelese di ventitré anni per ricettazione, per una donna per omissione di soccorso e per essere sfuggita dopo un incidente stradale e per un marocchino per commercio in Italia di merce con segni falsi in concorso.

Articoli correlati