Gela: un arresto e sei denunce

 Un arresto e sei denunce sono stati eseguiti dagli agenti del Commissariato di Gela, in collaborazione con il reparto anticrimine di Palermo, dal 17 al 22 agosto. É stato tratto in arresto il gelese P. V. gelese di 34 anni, per furto aggravato commesso il 7 ottobre 2013 a Butera. Il giovane dovrà scontare 4 mesi e 9 giorni di reclusione in carcere. Per guida senza patente di un’auto senza copertura assicurativa é stato denunciato il rumeno V. F. 28 anni,  residente a Gela. Sempre per guida senza patente sono stati denunciati i gelesi L. G. Di 26 anni, ( patente revocata), e P.E. Di 18 anni ( patente mai conseguita). É fuggito, mentre guidava il suo ciclomotore, alla vista degli agenti del reparto di Prevenzione anticrimine, il gelese L. C. di 28 anni. Il giovane é scappato  all’alt Polizia più volte intimatogli sia con segnali visivi e sia con segnali acustici. Il fuggitivo con la condotta di guida spericolata per cercare di sottrarsi all’inseguimento, ha posto in pericolo se stesso, gli operatori di Polizia, le persone e i veicoli che transitavano nelle stradine del centro storico. Invece ha violato l’obbligo di dimora il gelese C. S., di 21 anni, trovato dagli agenti  davanti un bar del Corso principale di Gela,  nonostante avesse l’obbligo di dimora in casa alle ore 22,00. È stato ritrovato un coltello a serramanico, all’interno del vano portaruota della sua auto. Per tale ragione C. M. classe 22 anni, nato a Caltagirone ma residente in Gela, è stato segnalato all’A.G. per detenzione o porto ingiustificato di armi. In particolare durante un posto di controllo, l’equipaggio di Volante, procedeva al fermo di autovettura con a bordo due soggetti. Alla guida vi era C.M. il quale da subito si era mostrato alquanto nervoso tanto da destare sospetto, per cui si é processo a perquisizione personale e del veicolo, il cui esito é stato positivo. 

Articoli correlati