Gela: un biscotto per Daisy e per i tanti randagi della città. Appuntamento a Macchitella

Un biscotto per Daisy e per tutti i randagi della città di Gela. Questa è l’iniziativa dei Verdi che ha preso piedi nella nostra città dove il fenomeno del randagismo è in aumento esponenziale.

Si tratta di una raccolta fondi da destinare ai volontari della città che si spendono per la cura, e l’adozione dei quattrozampe recuperati sia al centro che in periferia.

 

Purtroppo sono tantissimi i pelosi che muoiono di fame, freddo e malattie, o che vanno a finire sotto le ruote delle auto. Tantissimi i cuccioli abbandonati.

Da sempre le associazioni hanno chiesto un centro di sterilizzazione, un rifugio sanitario e un canile per la città. Ma finora le richieste non hanno avuto risposte.

L’iniziativa “Un biscotto per daisy” parte da alcuni volontari animalisti della città di Gela. I biscotti per cane sono stati preparati da una volontaria gelese, e vengono donati ai proprietari dei quattro zampe dietro libera offerta da destinare alla cura e al sostentamento dei randagi. Già un primo appuntamento si è svolto domenica scorsa ai muretti di Macchitella.

Il prossimo appuntamento è al centro Congressi Macchitella. Dal 22 dicembre al 3 dicembre (esclusi i giorni 25 e 26) i volontari saranno presenti per la raccolta fondi. Gli orari sono: dalle 10:00 alle 12:00, dalle 16:30 alle 19:00.

“L’iniziativa partita da Gela ha già avuto una eco nazionale. Abbiamo avuto un sostegno economico proveniente da ogni parte di Italia”. Ha detto Nicolò Di Stefano, coordinatore Verdi Sicilia.

Sta dando il suo contributo all’iniziativa l’animalista Maria Pia Paruzzo, portavoce dell’associazione gelese Il mondo di Pluto.

“Auspichiamo  maggiori controlli per i cani padronali a mantenere pulita la città – ha detto Di Stefano- sanzioniamo i padroni  che sporcano  in maniera da indurli ad osservare le regole”. Molti sono stati i cittadini che hanno contribuito con l’acquisto dei biscotti di Daisy in modo da sovvenzionare le iniziative delle associazioni che si spendono ogni giorno per la cura degli animali.

Tagged with: